FANDOM


Questa Pagina è INCOMPLETA e necessita di ulteriori informazioni, approfondimenti e modifiche

Fire Emblem (Rekka no Ken) Modifica

Fire Emblem: The Sword of Flame Modifica

Fire Emblem Rekka no Ken [ ファイアーエムブレム 烈火の剣 ] (e la Spada di Fuoco/Spada delle Fiamme) è il settimo capitolo dell'omonima saga, conosciuto in Europa come Fire Emblem poiché è stato il primo titolo ad essere ufficialmente rilasciato in Europa.

Fire Emblem è stato sviluppato da Intelligent Systems e pubblicato da Nintendo. Il rilascio in terra nipponica è avvenuto il 25 Aprile 2003, in Nord America il 3 Novembre dello stesso anno, in Europa il 16 Giugno del 2004, per Game Boy Advance (GBA).

Rekka no Ken è in realtà il secondo titolo per GBA, infatti la sua storia è strettamente collegata al titolo precedente: "Fire Emblem: Binding Blade" come prequel, circa 20-22 anni prima. (Gli avvenimenti di Rekka no Ken fanno parte del passato di Binding Blade, alla scoperta dei genitori di alcuni personaggi, come Eliwood, padre di Roy, del passato di alcuni personaggi, come quello di Karel e di Bartre, e del passato di Elibe.)

Il titolo segue i fondamenti della saga, ovvero, uno JRPG tattico a turni, simile ad una partita a scacchi, dove le unità si scontrano su una griglia di combattimento, con la caratterizzazione dei vari personaggi e il loro sviluppo tramite le statistiche, classi e livelli. Una Particolarità della saga è l'impossibilità di riutilizzare i personaggi che sono stati uccisi o feriti irrimediabilmente sul campo di battaglia, costringendo il giocatore a migliorarsi, riavviando lo scenario, qualora li ritenesse importanti per il party.

Geografia Modifica

La Storia si svolge presso il continente di Elibe, diviso in in 5 nazioni:

  • In senso Orario, da sinistra: Etruria, Ilia, Sacae , Biran e Lycia.
  • Verso Nord-Ovest troviamo le isole di Fibernia e Caledonia, colonizzate successivamente dall'Etruria.
  • Verso Sud-Ovest abbiamo il Deserto del Nabata, una località avvolta nel mistero, inabitata.

Isole minori non sono citate, tranne Valor, chiamata -l'isola del terrore-, poiché nessuno vi è mai tornato vivo. (Si pensa per le correnti burrascose e per la cortina di nebbia che circonda l'isola).

Trama Modifica

Introduzione Modifica

Un tempo, uomini e draghi vivevano insieme all'insegna della pace, della saggezza e della comprensione.

Fino al giorno in cui, l'uomo iniziò a combattere contro i draghi, iniziando, di fatto, un vero e proprio Sterminio nei confronti dei draghi.

I draghi furono sconfitti e sparirono dalla faccia della terra, mentre gli Eroi dello Sterminio che sconfissero i draghi, fondarono le attuali nazioni di Elibe.

E' passato circa un millennio da quell'oscuro periodo ed è adesso che inizia la Storia di Fire Emblem: Rekka no Ken.

La Storia è divisa in due parti: la prima segue la storia di Lyn, unica superstite del clan dei Lorca di Sacae, mentre la seconda parte segue la storia di Eliwood ed Hector, rispettivamente figli dei marchesi di Pharae e Ositia.

Durante tutta la Storia, il giocatore svolgerà il ruolo di Stratega.

Storia di Lyn (Prologo-Cap.10) Modifica

La storia prende vita sulle pianure di Sacae, una ragazza si sta prendendo cura del giocatore (Mark, Maschio nato a Gennaio, di default). Parlando, il giocatore scopre che lei si chiama Lyn, unica superstite del clan dei Lorca, che è stato attaccato brutalmente dai Banditi. La madre ed il padre di Lyn sono morti insieme al resto del clan e lei, trovandosi da sola, chiede di potersi unire allo stratega, in viaggio.

Successivamente, i due vanno a Bulgar, centro di maggiore importanza di tutta Sacae, per mettersi in viaggio, quando incontrano due cavalieri: Kent e Sain.

Ricevendo il loro aiuto, contro alcuni banditi, si scopre che sono di Caelin (una regione della lega di Lycia), e sono in cerca della nipote del Marchese Lord Hausen, che si dice viva da sola sulle pianure di Sacae.

Trovando particolare somiglianza con Lady Madelyn (Madre di Lyn), i due cavalieri vogliono portare lady Lyn a Caelin. Ella, che per la prima volta, dopo tanto tempo, sente di nuovo il suo nome completo: Lyndis, è entusiasta di non essere più sola al mondo e di avere un nonno che la aspetta.

Ma, c'è un problema: Lord Lundgreen, fratello del Marchese, brama la successione al trono e venendo a conoscenza che la nipote del marchese è viva e che potrebbe ostacolare i suoi piani, vuole la morte di Lyndis e del fratello Hausen, per il dominio incontrastato di Caelin.

Sulla via per il regno di nonno Hausen, prima di lasciare la nazione di Sacae, Lyn, Kent e Sain sostano in un tempio, dove è custodita la Spada Degli Spiriti, la Mani Katti, allo scopo di ricevere la sua benedizione per il viaggio. Incredibilmente, la spada degli spiriti riconosce in Lyndis il vero proprietario: unicamente, Lyn riesce ad estrarre la spada sacra dal fodero, ottenendone, quindi, la proprietà esclusiva.

Durante il viaggio, sono molti gli amici che si uniranno alla causa di Lady Lyndis, tra cui Nils e Ninian, fratello e sorella rispettivamente Bardo e Danzatrice, che verranno salvati dal gruppo di lyndis: hanno infatti dei poteri speciali: sentono l'arrivo del pericolo imminente, e per questo sono perseguitati dagli uomini del Black Fang, un oscuro gruppo di cui si sa poco. (durante il salvataggio, farà la sua apparizione Eliwood, che entrerà in rapporti di amicizia con Lady Lyn)

Alla fine, La Legione di Lyn al completo, arriva finalmente al castello di Caelin, scoprendo che Lord Lundgreen sta avvelenando suo fratello. Senza ulteriori indugi, il gruppo ingaggia l'ultima battaglia, al termine della quale, Lady Lyndis riesce ad abbracciare il nonno, spronandolo a combattere il veleno e a vivere insieme, come una famiglia riunita.

La storia, capitolo per capitolo, è strutturata come un Tutorial per le basi del gioco, tra cui i Triangoli, le Classi e gli Oggetti.

Alla fine della storia di Lyn, dopo circa un anno, inizia la Storia di Eliwood o di Hector, una storia che ha lo stesso filo conduttore, ma che può essere vista dagli occhi di Eliwood o dagli occhi di Hector, con l'unica sostanziale differenza che nel caso di quest'ultimo, la storia sia più difficile, più longeva e con qualche esclusiva.

Storia di Eliwood o Hector (Cap. 11-Finale) Modifica

Parte 1 Verso la Porta del Drago (Cap. 11 - Cap. 19 Eliwood)(Cap. 11 - Cap. 20 Hector) Modifica

La storia inizia con la notizia della scomparsa del marchese di Pharae, Lord Elbert, dopo il suo coinvolgimento in alcuni affari diplomatici tra le regioni della Lega di Lycia.

Suo figlio Eliwood, decide di partire alla ricerca di suo padre, con alcuni cavalieri a fargli da scorta.

Lord Uther, amico di Lord Elbert, stranamente non agisce (si scoprirà da subito, per problemi politici), al ché, il fratello minore Hector, decide di andare in aiuto al suo amico d'infanzia Eliwood, avviandosi, non appena ricevuto notizie del suo viaggio, verso di lui.

Seguendo i passi del padre Elbert, la prima destinazione per Eliwood è Santaruz, ma durante il viaggio, si trovano in un villaggio attaccato dai banditi. Eliwood decide di intervenire per risolvere la situazione, riuscendoci. Qui, alcune persone che erano a difesa del villaggio, si uniranno alla causa di Eliwood. Lo Stratega (Mark di default) presterà aiuto ad Eliwood e si unirà al suo gruppo.

Ad un passo da Santaruz, Eliwood viene attaccato da un gruppo di Banditi, ma ecco che Hector fa la sua comparsa in aiuto del suo amico. La situazione, grazie al loro legame di amicizia, si risolve.

Arrivati, scoprono che il marchese di Santaruz è in fin di vita. Le sue ultime parole, portano il gruppo di Eliwood (Hector incluso) verso Laus. Dalle stesse, si scopre che il marchese di Laus, Lord Darin è attualmente in contatto con il Black Fang, una banda di assassini, con l'intento di dominare il mondo. Si fa il nome di un oscuro personaggio: Ephidel.

All'arrivo al castello di Laus, Eliwood ed Hector, vengono accolti da un amico d'infanzia Erik, che però, vuole solo tendergli una trappola per conto di suo padre, Lord Darin. Scoperto l'inganno, il gruppo affronta Erik ed il suo battaglione, uscendone vincitore. Erik scopre, alla fine della battaglia, di essere stato abbandonato dal padre, dando la colpa di ciò al misterioso Ephidel, apparso da poco tempo a questa parte nella corte di Laus. In particolare, è stato lui a convincere Lord Darin a rivoltarsi contro Ositia.

Durante la notte al castello, subiscono un attacco da parte di un gruppo di soldati fedeli a Darin, ma il gruppo di Hector ed Eliwood, riusciranno a resistere e a respingere l'attacco.

Qualche giorno dopo, giunge notizia che il regno di Caelin è caduto sotto l'attacco del Marchese di Laus (Lord Darin). Eliwood si ricorda della sua amica Lyndis e di Lord Hausen e, preoccupato dalla situazione che lui stesso ha creato, si dirige lì.

Fortunatamente Lady Lyn sta bene, ma è sul campo di battaglia. Il gruppo di Eliwood riesce ad unirsi a Lyn e ai suoi cavalieri di Caelin per combattere il nemico comune e liberare Lord Hausen.

Nella sala del trono, trovano Lord Hausen ferito ma vivo, vicino a Leila, una Spia di Ositia che lavora nelle fila del Black Fang per carpire informazioni. Era incaricata di uccidere Lord Hausen, quindi decidono di diramare ufficialmente l'informazione della sua morte, come copertura.

Qui, i nostri amici, ricevono un mucchio di informazioni sul Black Fang e su Lord Elbert: inanzitutto, il padre di Eliwood è vivo e si trova nelle rovine di Valor, L'isola del Terrore, precisamente alla Porta del Drago. Poi vengono a conoscenza che tutto ciò che sta succedendo qui a Lycia è a causa del Black Fang, cui fa capo Nergal, un oscuro individuo assetato di potere, che vuole lo scoppio di una guerra a Lycia per ragioni sconosciute. Ma non è finita qui. Leila, inoltre, informa Hector e gli altri, che Ephidel fa parte delle "Creature" di Nergal ("Morphs" - in inglese) , umanoidi creati dalla sua Magia Oscura, caratterizzati da Occhi somiglianti a pepite d'oro e capelli d'argento.

Ringraziato Leila per le preziosissime informazioni, Eliwood ed i suoi, cercano un passaggio per Valor, trovando la risposta, alla chiamata, del capitano Fargus, un pirata che ammira il loro coraggio.

Durante il viaggio, rinvengono in una barchetta di fortuna, Ninian, la Danzatrice. Ella ha un'amnesia, ma riesce ancora ad usare i suoi poteri. Il fatto che salta subito all'occhio di Lyn è che non c'è suo fratello Nils, con lei... il che è abbastanza strano.

Sbarcati sull'isola, si dirigono verso il tempio, dentro la quale risiede la Porta del Drago... ma vengono interrotti da una scena raccapricciante... il cadavere di Leila funge da monito... hanno scoperto che era una spia... il nemico sa che Eliwood è qui per il padre.

Di soprassalto, Ephidel rapisce Ninian, per portarla alla Porta del Drago, che è difesa all'esterno da alcuni membri del Black Fang. Eliwood ed il suo gruppo non si perde d'animo e assalta il tempio.

All'interno del tempio, alla Porta del Drago, Eliwood trova suo padre Elbert molto debole. La sua essenza, infatti, è stata prelevata e infusa in Ninian per aprire la Porta del Drago, che si rivelerà a tutti come un collegamento per il mondo dei draghi.

Ninian riesce ad aprire il collegamento, un Drago di Fuoco, ne è la concreta prova... ma ad un certo punto, Ninian torna in se, grazie all'intervento inaspettato di Nils, e chiude il portale che risucchia via il drago ed Ephidel.

Nergal, capisce che i suoi piani sono andati in fumo e vuole rapire Ninian e Nils, gli unici in grado di aprire di nuovo il portale, ma Lord Elbert, con un colpo gobbo, chiama a sé le sue ultime forze e riesce a ferire gravemente Nergal, che deve ritirarsi.

Successivamente Lord Elbert muore tra le braccia di suo figlio, Eliwood. La scena è amara, ma l'ultimo atto d'eroismo del padre, convince Eliwood, Hector e Lyn: suo papà è stato un vero Lord, fino alla fine.

Parte 2: Verso il Tempio dei Sigilli (Cap. 20 - Cap. 28 Eliwood)(Cap. 21 - Cap. 30 Hector) Modifica

Nergal era stato ferito gravemente, ma si temeva il suo ritorno, quindi Eliwood, Hector e Lyn (insieme al loro gruppo) fanno ritorno ad Ositia, dal marchese Lord Uther, fratello maggiore di Hector.

Lì apprendono dell'esistenza di una Leggenda Vivente nei pressi del deserto del Nabata, che potrebbe aiutarli nel difficile compito di sconfiggere Nergal una volta per tutte.

Arrivati sul posto faranno la conoscenza di Pent, Generale Mago di Etruria e di sua moglie Louise. Inoltre conosceranno Tronk, un berserk incaricato di scortarli all'incontro con la leggenda vivente. Il suo nome è Athos, L'arcisaggio. Incredibilmente è proprio uno degli Eroi della Leggenda, ancora vivo dopo 1000 anni. Qui, i nostri eroi verranno a conoscenza della vita in armonia tra uomini e draghi, in una città-paradiso di nome Arcadia.

Athos si confessa in qualche modo responsabile di non aver fermato Nergal al suo tempo e riconosce in Eliwood, Hector e Lyn, il fuoco della determinazione che aveva Roland, uno degli eroi dello sterminio (fondatore di Lycia) e decide di aiutarli. L'Arcisaggio pensa che l'unico modo per fermare Nergal sia di sfruttare il potere degli eroi dello sterminio e di combatterlo con quel potere. Attualmente i poteri sono stati dislocati in differenti punti di Elibe e per poter accedervi bisogna spezzarne i Sigilli, al Tempio dei Sigilli (che si trova a Biran).

Detto questo, L'arcisaggio Athos teletrasporta tutti a Lycia e Lyn, Eliwood ed Hector, partono alla volta di Biran in incognito, per cercare informazioni sull'esatta ubicazione del tempio dei sigilli. Fortunatamente Pent e Louise (soprattutto quest'ultima) sono amici di vecchia data con la Regina Hellene e vengono inviati come ambasciatori di Etruria, con il secondo fine di ricevere l'informazione tanto ambita.

Nel frattempo, Eliwood e gli altri erano andati alla ricerca di informazioni sul Black Fang, poiché la loro base operativa si trovava proprio qui, a Biran.

Nel mentre, verranno riconosciuti dai figli di Brendan Reed, leader del Black Fang.

Essi hanno ricevuto da Sonia (la moglie del papà) il compito di ucciderli, ma esitano dall'agire. Uno dei due fratelli, prenderà l'iniziativa in assenza dell'altro, ma Eliwood ed il suo gruppo, riusciranno a resistere e a sconfiggere gli assassini, tentando infine di convincere il fratello Reed delle loro buone intenzioni. Quest'ultimo crede alle loro parole e mette in discussione gli ordini di Sonia (la donna che Nergal sta usando per controllare il Black Fang), ma quando quest'ultimo cercherà di scoprire la verità, verrà ucciso da Limstella, un'altra creatura di Nergal e l'altro dei due fratelli, arrivato tardi, darà tutta la colpa ad Eliwood.

La regina Hellene decide di rivelare ad Eliwood & co. l'ubicazione del Tempio dei Sigilli solo se ritroverà il Fire Emblem, necessario per la Cerimonia della maggiore età del principe Zephiel.

I nostri amici, scoprono che il Fire Emblem è nella base del Black Fang, che riusciranno a rintracciare grazie alle gradi doti di sopravvivenza di Lyn. Recuperando l'Emblem, vengono a conoscenza dell'incarico di un famoso assassino: Jaffar (incontrato alla Porta del Drago come carnefice di Leila e dei cavalieri di Elbert) detto anche L'Angelo della Morte. Il suo incarico è di uccidere il principe Zephiel, per conto dello stesso Re di Biran.

(I rapporti tra Re di Biran e Regina si scopriranno molto instabili, per via della preferenza di Zephiel per la Regina e Guinivere per il Re come successori al trono)

Hector ed i suoi compagni devono quindi scongiurare l'assassinio del principe Zephiel e durante la missione scoprono che Nina, figlia di Sonia, era stata incaricata anche lei dell'uccisione del principe, ma che in un momento di sintonia (l'amore verso i genitori non corrisposto), non riesce a compiere. Lo stesso Jaffar, che era stato incaricato di uccidere il principe e successivamente uccidere anche Nina non lo fa, essendo Nina l'unica che gli abbia dimostrato affetto e cura nella sua vita, andando contro Nergal ed il Black Fang.

Sonia aveva avvertito qualche strano presentimento riguardo Jaffar e ha mandato un grande gruppo di assassini del Black Fang per sicurezza, con a capo Ursula e Maxim. Grazie all'intervento di Eliwood e gli altri, l'omicidio non avviene e Nina e Jaffar si uniscono al gruppo, non senza qualche risentimento verso quest'ultimo, che però viene messo in secondo piano dal nemico comune, Nergal.

Colma di gratitudine, la Regina Hellene, darà una mappa per il Tempio dei Sigilli ad Hector e i suoi. E decideranno di seguirne l'indicazione subito dopo una visita al Tempio dell'Acqua, la base secondaria del Black Fang.

Nel frattempo, Sonia uccide Brendan Reed (suo marito) e lascia la raccolta della sua Quintessenza a Limstella. Entrambe sono creature di Nergal, anche se Sonia sostiene di essere la creatura perfetta, umana.

Qui Nina scoprirà di essere stata "adottata" e che i suoi genitori, dei formidabili maghi, sono stati uccisi da Sonia e Nergal. Eliwood e suoi decideranno di difendere Nina e Jaffar e di sconfiggere la malvagia madrina.

Sonia morirà nell'illusione di essere umana, sotto gli occhi di Limstella che non può ricavarne nessuna quintessenza. (dalle "creature" di Nergal non se ne può ricavare)

Eliwood, Hector e Lyn andranno alla volta del Tempio dei Sigilli, dove li sta aspettando il secondo dei fratelli Reed, in cerca di vendetta.

Dopo averlo sconfitto, Athos appare e li teletrasporta al suo interno, dove conosceranno il secondo degli Eroi della leggenda ancora in vita: Bramimond, lo studioso di Magia Oscura. Egli viene convinto da Athos a sciogliere i sigilli dei poteri degli Eroi, che si scoprono essere delle armi di potenza inaudita, leggendarie.

All'uscita, però, un Nergal a pieni poteri, irrompe: vuole Nils e Ninian per aprire la Porta del Drago, evocare i draghi, rubarne la loro quintessenza e acquisire il Potere dei Draghi.

Ninian, per difendere Nils e per prendere tempo, si offre a Nergal, in cambio dell'incolumità di Nils. Nergal Svanisce con Ninian, verso la Porta del Drago.

Senza ulteriori indugi, Eliwood, entra nell'antro di magma, dove vi risiede Durandal, l'arma leggendaria di Roland, in una vera e propria Prova.

Alla fine Eliwood risulterà degno del potere di Durandal. Allo stesso modo, Hector si troverà ad affrontare una diversa Prova, per recuperare Fragore, l'arma leggendaria di Durban.

Quando Eliwood risalirà in superfice, verrà attaccato da un Drago di Ghiaccio e la Durandal prontamente riconoscerà il sangue di drago e si scaglierà contro il drago. Ad Eliwood sembrerà che l'arma abbia fatto tutto da sola.

Ma una brutta notizia lo attende: Nergal appare e gli rivela con una risata diabolica che quella era Ninian, la ragazza drago. Perciò lei e suo fratello erano gli unici ad aprire la porta del drago: erano draghi di ghiaccio in sembianze umane. Durante la sua trasformazione in Drago, aveva perso la memoria, se non per un solo ricordo: il suo amore per Lord Eliwood. Così, Ninian è andata incontro al suo amore e con le sue ultime energie ha voluto riprendere le sue fattezze umane.

Eliwood, in lacrime, vede il corpo del drago rimpicciolirsi fino ad avere le sembianze di Ninian, che con le ultime parole, si scusa per avergli tenuto nascosto tutto questo, poi Ninian muore, tra le braccia del suo amato, sotto una pioggia di lacrime... e le urla di dolore di Eliwood e Nils.

Athos, furioso dell'accaduto, si scaglia contro Nergal con la Magia Leggendaria: Vampa. Nergal accusa il colpo, ma rimane vivo e si teletrasporta via con una risata malvagia.

In questo frangente, Eliwood ed Hector si rendono conto della potenza delle armi leggendarie e, in un attimo di esitazione, le lasciano in custodia ad Athos.

Parte 3: Finale (Cap. 29 - Epilogo Eliwood) (Cap. 31 - Epilogo) Modifica

Demoralizzati se sentitisi sconfitti, Lyndis, Hector e Eliwood fanno ritorno ad Ositia. Qui Athos parla loro di Arcadia e del passato suo e Nergal. In particolare spiega come loro due abbiano tratto beneficio dalla conoscenza del draghi. Athos ne ricevette linguaggi, arti e conoscenze benefiche, mentre Nergal sviluppò l'oscura arte del furto e della manipolazione della Quintessenza, ovvero, della Linfa Vitale degli esseri viventi. Questo portò Nergal a perdere sé stesso in un'infinita sete di Potere.

Nel frattempo, Hector scopre che Uther, suo fratello maggiore, è morto, di una malattia incurabile, di cui era affetto da molto tempo, ma che non dava a vedere a nessuno, tranne ai suoi più vicini.

Le cose sono sprofondate in una spirale di eventi tristi, ma Hector, Eliwood e Lyn decidono di prendere forza, di prendere in mano tutti i sacrifici che sono stati fatti e di sconfiggere Nergal per la salvezza del mondo.

Quest'ultimo utilizza la Quint'essenza di Ninian per aprire la Porta del Drago, ma non basta. Allora, prevedendo l'arrivo di Eliwood, prepara con le sue migliori Quintessenze, dell "Creature" simili ai migliori del Fang e ai migliori combattenti che ha corrotto.

Eliwood, insieme a i suoi più fidati amici, con le armi leggendarie con loro, ingaggiano la battaglia finale contro Nergal. Una volta avuta la meglio, Nergal usa tutto il potere che gli rimane e sacrifica sé stesso per aprire la Porta del Drago, da cui escono 3 Draghi di Fuoco.

In quell'instante, Bramimond appare e, usando quasi tutte le sue energie, resuscita Ninian. Quest'ultima, riprende lentamente i propri poteri di Drago di Ghiaccio e si scaglia contro i Draghi di Fuoco, uccidendone 2 e danneggiando il terzo, poi sviene per l'eccessivo sforzo.

Eliwood ed i suoi amici, si battono contro il Drago di Fuoco, per la salvezza dell'umanità. Grazie alle Armi Leggendarie: Durandal,Fragore,Luce e Vampa riescono nell'intento.

Alla fine della battaglia, però, Athos non ce la fa più... in punto di morte rivela che in futuro, Elibe sarà di nuovo in pericolo: da Biran si alzerà una nuova minaccia, ma da Lycia, ancora una volta, partirà la salvezza. (chiaro riferimento agli eventi di Binding Blade) Poi, quasi sorridendo, come avesse trovato la pace eterna, si addormenta nel sonno perenne.

Un anno dopo, Eliwood succede al padre come Marchese di Pharae ed Hector, come Marchese di Ositia

Quindici anni dopo, un Eliwood ed un Hector con evidenti segni dell'età, si rincontrano ad Ositia, presentanto i loro figli Roy e Lilina. Mentre li lasciano giocare tra di loro, discutono della previsione di Athos riguardo alcuni eventi che stanno succedendo a Biran. Lyn, invece, non viene nominata, presumibilmente perché non fa parte di Binding Blade in alcun modo e non vi sarebbe stata l'opportunità di collegarla. Successivamente, nella scena finale si vede il Principe Zephiel, ora Re di Biran, sogghignare riguardo il risveglio dei draghi, con una figura in ombra. (ironicamente, il principe che Eliwood e gli altri hanno salvato, diventerà la causa del male di Roy ed i suoi amici)

Gameplay Modifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.